Prima Epistola del Libro Primo delle Epistole di Orazio, sintesi, analisi

Prima Epistola del Libro Primo delle Epistole di Orazio, sintesi, analisi
Di Mariano Grossi©   Questa è la tabella sinottica della struttura della Prima Epistola del Libro Primo delle Epistole di Orazio, quella contenente la dedica a Mecenate:   Brano gravido di esortazioni filosofiche eppur privo di agevole inscrivibilità in una corrente di sapienza antica; il poeta elabora una sorta d’introspezione a ritroso sulla propria esistenza e ne scopre la vanità; potrebbe […]View post →

La civetta è un cigno dalla bocca stretta

La civetta è un cigno dalla bocca stretta
di Mary Blindflowers©   Commentate pubblicamente, parola magica per far sparire gente, chiuditi sesamo immediato, non si può conciliare lo iato tra pubblico e privato, poeta, non vedi che il tunnel è otturato? Il coniglio frantumato, gli autori divelti, compatti nelle soluzioni finali? L’uscita è persa nelle chiavi di volta dei pitali, travolta dalla girastolta […]View post →

Si è poeti solo se non si è poeti

Di Mary Blindflowers©   La superfetazione dell’ego, grido senza mai dire prego, il lascito, il tributo, l’assente teocrazia della coscienza, l’irriverente anacoluto senza raggiungere mai niente… Decisamente… Caro collega… Si sente, si sente… E poi l’endecassillabo abortito, l’imbuto nell’eburnea stratificata sintesi dell’è senza soggetto… Capra e cavoli confusi… Dov’è il verso, quello perfetto? Mi chiedo anch’io dov’è l’afflato, la possente forza di mitopoiesi, il […]View post →

Ovidio e la classicità dei linguaggi

Ovidio e la classicità dei linguaggi
Di Pierfranco Bruni© . Ovidio vive nella contemporaneità dei linguaggi. La lingua come esercizio dell’esistere. Se Giovanni Boccaccio cercava la sensualità nella bellezza d’amore, un segno decisivo in una letteratura che intrecciava l’estetica mai del vero, ma del bello con il linguaggio popolare e spontaneo, Ovidio si prendeva cura dell’amore come arte. L’arte d’amore non […]View post →