Gli scrittori poeti zerbino

Gli scrittori poeti zerbino
Di Mary Blindflowers©     Quelli dalle labbra bianche . Censurati, manipolati, imbavagliati, ridotti al rango di questuanti, sedicenti scrittori e poeti si mettono in fila nella corte dei miracoli di riviste, pagine di editor, editori, scrittori laureati, giornalisti affermati. E i questuanti arrivano perfino a perdere la dignità commentando tutto sotto il profilo falso […]View post →

Idea, vera rivoluzione poetica

Idea, vera rivoluzione poetica
Di Mary Blindflowers©   Il confine tra prosa e poesia oggi è diventato labile, incerto, aleatorio, soggetto a discussioni che girano attorno alla filosofia, allo stile, alle regole e al significato. Alcuni sperimentatori propugnano una rivoluzione radicale del linguaggio e della poesia soltanto attraverso la manipolazione estetico-visiva della forma, quindi mettono le lettere minuscole dopo […]View post →

Maiuscoletto, saggistica e indiscutibilità

Maiuscoletto, saggistica e indiscutibilità
Mary Blindflowers©   Sull’indiscutibilità e il rapporto tra vero e falso, la filosofia ha ampiamente discusso. Esempi di tali discussioni sono rintracciabili un po’ ovunque, nel finzionalismo, in Cartesio, negli eliminativisti, in Pirandello e in tutta la letteratura degna di essere chiamata tale. Eppure, nonostante sia stata raggiunta una certa consapevolezza che, nell’arte specialmente, la […]View post →

Io detesto i poeti

Io detesto i poeti
Mary Blindflowers©   Che le definizioni siano sempre abominevoli nella loro finitezza, si intuisce dalla pochezza di certe etichette, di certe auto-promozioni tese all’esaltazione più totale del sé. Mi viene una specie di orticaria di fronte a personaggi che si auto-definiscono “poeti”, lo scrivono nei loro profili social e pretendono pure dagli altri che vengano […]View post →

Proroga del Concorso Destrutturalista

Concorso “Il Parnaso" Sezione Speciale Poesia Sperimentale Destrutturalista
  Postiamo qua di seguito una nota di Calogero la Vecchia sulla Sezione Speciale del Concorso Destrutturalista, prorogato fino al 30 novembre 2019, pregando eventuali altri gentili partecipanti di evitare polemiche e proteste in caso di esclusione che tra l’altro, finora, è sempre stata motivata perché abbiamo privilegiato la comunicazione non monodirezionale.   L’organizzazione del […]View post →

Purgatorio sarebbe un poeta?

Purgatorio sarebbe un poeta?
Di Lucio Pistis & Sandro Asebès©   Amore e altri bagordi, Gianluca Purgatorio, “instanpoet”, (che forse avrebbe dovuto chiamarsi “Paradiso” o “Miracolato”), Garzanti Editore, addirittura. Ecco il “poeta”: E tu rendimi giovane, prendimi dall’angolo e portami al centro della scena e rendi il mio sguardo più chiaro come il tuo e aggrappati ai miei capelli […]View post →