Henry Moore, gli Helmets della Super Mater in mostra a Londra

Henry Moore, gli Helmets della Super Mater in mostra a Londra
Di Mary Blindflowers©   Dal 6 Marzo al 23 Giugno 2019 è in corso alla Wallace Collection a Londra l’esibizione d’arte di Henry Moore: The Helmets Heads, presentata in collaborazione con la Henry Moore Foundation. Ho avuto occasione e tempo di vederla. La collezione Wallace ha chiaramente influenzato gli Helmets di Moore. Oltre alle sculture […]View post →

Scrivere bene e il paradosso della scrittura che non scrive

I poeti vecchi
Di Mary Blindflowers©   Scrivere bene, con proprietà di linguaggio, spalmando opportunamente e in modo grammaticalmente corretto le parole sulla pagina bianca, facendole danzare come ballerine di fila ben ordinate e composte, senza un capello fuori posto o uno strass che non brilli sotto la luce. Lo stile chiaro e cristallino, le frasi brevi, ad […]View post →

La scrittura? Una condanna che non si augura a nessuno

Antique Engraving Print, Philosophical Experiments on the Porosity of Bodies, 1757
Di Mary Blindflowers©   Al di là delle potenti e capillari operazioni di marketing dei secoli XIX°, XX° e successivo, che consentono di confondere letteratura con spazzatura mediatica invasiva di ogni angolo pubblicitario possibile, immaginario e creato ad hoc, la scrittura è una tragedia che non si augura davvero a nessuno, una sorta di condanna […]View post →

Un commento da un’esibizione d’arte

Un commento da un'esibizione d'arte
Postato da Mary Blindflowers© (Traduzione dall’inglese di Mariano Grossi)     In U.K. durante le esibizioni d’arte si usa mettere su un tavolo a vista un libretto, un’agenda o un quaderno di pagine bianche dove eventuali visitatori possono liberamente scrivere i propri appunti, le impressioni, le considerazioni che vengono loro in mente visionando ciò che […]View post →

Uno scemo ricco è ricco, uno scemo povero è scemo?

Uno scemo ricco è ricco, uno scemo povero è scemo?
Di Mary Blindflowers©   Posto un soggetto A dentro un percorso rigido e determinato da seguire quotidianamente come se fosse naturale agire in un determinato modo, il soggetto, attraverso la familiarità e la ripetitività dei propri comportamenti, si sentirà al sicuro, protetto da oggetti e relazioni familiari, da un tempo scandito secondo le regole imposte […]View post →

L’è, il non è, il gioco dei mondi

L'è, il non è, il gioco dei mondi
Di Mary Blindflowers©   La volontà incoercibile dell’essere, piegato nella superbia ontologica dell’è per forza che riesumi cadaveri di strategica pienezza, contro il non-essere, contrapposizione non fenomenico sostanziale all’essere, concetto di metafisica estrema purezza, scaturito da un atto di maggiore identificazione dell’è. Niente infatti esiste senza il suo contrario, e qualcosa è in virtù del […]View post →