L’essenziale invisibile agli occhi

L'essenziale invisibile agli occhi
Di Mary Blindflowers©     Antoine de Saint-Exupéry, diceva: “l’essenziale è invisibile agli occhi”. La visibilità dell’essenziale è concetto contraddittorio che coinvolge in modo molto differente le categorie del povero e del ricco. L’essenziale, laddove per essenzialità in questo caso si intende piuttosto prosaicamente materia base per sopravvivere, ha una sua maturazione psico-dinamica e un […]View post →

La storia siamo noi?

La storia non siamo noi, è di chi la scrive
Di Pierfranco Bruni© E’ un falso “storico” ( e ideologico) ripetere che la storia siamo noi. Anche in letteratura. Perché la letteratura porta sulla scena il modificabile della verità. Non sempre. La letteratura vera non muore anche quando viene scavata nel compromesso. Sono del parere che soprattutto in letteratura si siano verificate situazioni a dir […]View post →

La confusione tra fantasy e letteratura metafisica

The massacre of the Druids, 1860 ca.
Di Mary Blindflowers©   Ho sempre detestato il fantasy, per quel suo cronico e insanabile vuoto contenutistico che ne costituisce l’impronta più vistosa. Tuttavia questo genere letterario di non-letteratura e che utilizza elementi triti e stravisti della tradizione medioevale, come elfi, nani, streghe, immersi in una dimensione onirica fine a se stessa, è entrato prepotentemente […]View post →

Paul Gilbert, Corso di Metafisica

Paul Gilbert, Corso di Metafisica
Di Mary Blindflowers©   Paul P. Gilbert, Corso di Metafisica, Piemme edizioni, 1997, sottotitolo La pazienza d’essere. E di pazienza ce ne vuole tanta per riuscire a finire un testo di 343 pagine, tra interpretazioni chiaramente faziose della filosofia antica e heideggheriana, che hanno l’unico scopo di ristabilire un principio base: la scienza si è […]View post →

Teologia, la pseudoscienza dell’inerzia

Teologia, la pseudo-scienza dell'inerzia
Di Mary Blindflowers©   La teologia, in latino theologĭa, greco Θεολογία, composto di ϑεο- «teo-» e -λογία «logia», è il discorso su dio. In parole semplici un’anti-scienza speculativa o positiva che pretende di parlare di ciò che non conosce. Dio infatti, base del discorso teologico, per sua stessa natura è inconoscibile. C’è chi sostiene nel 2018 che uno dei […]View post →