Protofemminismo e misoginia italica

Di Mary Blindflowers©     Mary Astell (1666-1731) era una pensatrice, politica e teologa inglese. Quando si nomina questa donna si pensa subito al protofemminismo di marca progressista. Al centro della sua riflessione l’amara consapevolezza che le donne fossero trattate ingiustamente nella società dominata dagli uomini. La Astell riprese le tesi di Locke, formulando una […]View post →

L’immortale fascino di Ipazia

Antique Engraving Print, Female Portrait, 1750
Di Pierfranco Bruni©   Scrisse Vincenzo Monti: “Oh! squarciatemi il velo, e l’inumana /storia m’aprite di que’ vili astuti;/ date agli occhi di pianto una fontana! /La voce alzate, o secoli caduti! /Gridi l’Africa all’Asia, e l’innocente/ ombra d’Ipazia il grido orrendo aiuti./ Gridi irata l’Aurora all’Occidente,/ narri le stragi dall’altare uscite;/ e l’Occaso risponda […]View post →

Ho scambiato una scintilla per un incendio

Ho scambiato una scintilla per un incendio
Di Pierfranco Bruni©   “Ho scambiato una scintilla per un incendio” (dal film “Padrone del suo destino, 1988). Di processi e di menzogne i processi sono infarciti? Al canto della verità le voci della libertà si fanno trasparenze velate per tutte le inquisitorie maniera di intimidazioni. Procedere con una forma inquisitoria significa, principalmente, intimidire per […]View post →

La libertà di Lolly Willowes, la donna dinamite

La libertà di Lolly Willowes, la donna dinamite
Di Mary Blindflowers©   Sylvia Townsend Warner dà alle stampe nel 1926 Lolly Willowes o l’amoroso cacciatore, un libro ostinatamente metaforico, sottile, garbatamente femminista, non di quel femminismo aspro e vendicativo, bensì intelligentemente posato, meditato, ricco di elementi arcani che fanno riflettere e sognare contemporaneamente. Il concerto dei suoni e dei colori della campagna inglese […]View post →

“Facce sporche”, l’evoluzione della mentalità

Di Mary Blindflowers© Provocazione, questo bel termine di derivazione latina, ormai viene usato sempre più spesso per indicare la volontà di scatenare una reazione negli altri. Tra tutte le forme di provocazione quella intellettuale o artistica gode di maggior considerazione, perché stimolerebbe l’attività cerebrale degli interlocutori e degli spettatori che sarebbero così costretti a riflettere […]View post →