Quasimodo e il porto

Quasimodo e il porto
Di Pierfranco Bruni©     Quasimodo esprime tutto ciò che rimanda a una mediterraneità e che ha richiami pirandelliani nel “Mal Giocondo”. Pavese si inserisce in questa dimensione recuperando il D’Annunzio de “La pioggia nel Pineto” dopo aver attraversato in modo profondo la poesia ungarettiana e il confronto con la poesia-immagine metaforica di Palazzeschi. Se […]View post →

La storia siamo noi?

La storia non siamo noi, è di chi la scrive
Di Pierfranco Bruni© E’ un falso “storico” ( e ideologico) ripetere che la storia siamo noi. Anche in letteratura. Perché la letteratura porta sulla scena il modificabile della verità. Non sempre. La letteratura vera non muore anche quando viene scavata nel compromesso. Sono del parere che soprattutto in letteratura si siano verificate situazioni a dir […]View post →

Notazioni sulla d eufonica

Notazioni sulla d eufonica
Di Lucio Pistis & Sandro Asebès©   Sulla d eufonica molto si è scritto. Le vecchie grammatiche ne consigliavano l’uso per evitare fenomeni di sgradevole cacofonia. L’Accademia della Crusca così si esprime in proposito: “L’uso della ‘d’ eufonica, secondo le indicazioni del famoso storico della lingua Bruno Migliorini, dovrebbe essere limitato ai casi di incontro […]View post →

Paracelso e Fioravanti tra dio e alchemici intrugli

F.T. Paracelso, Scritti magici, alchemici ed ermetici, Brancato, 1991
Di Mary Blindflowers©   Philip Theophrastus Bombast von Honenheim, meglio noto come Paracelso (1493-1541) era un famoso umanista noto per aver criticato la medicina accademica del suo tempo. In realtà per via di conoscenze, era riuscito a ottenere l’incarico di professore di medicina nell’Università di Basilea, quindi Paracelso era a tutti gli effetti un accademico. […]View post →